MARKTER - Piattaforma tecnologica per il marketing territoriale e lo sviluppo dell´oofferta turistico-culturale

DESCRIZIONE GENERALE

Obiettivi

Il prodotto persegue un obiettivo generale di innovazione e specializzazione tecnologica-funzionale di una nuova linea di prodotti info-telematici che SINCON intende focalizzare verso i sistemi locali del Mezzogiorno, intesi come reti organizzate sul territorio di operatori del sistema pubblico e del sistema privato che si riconoscono in comuni obiettivi di crescitae conomica e sociale.

Gli obiettivi della piattaforma tecnologica sono tutti ispirati daq uesta logica generale e pongono particolare enfasi sui processi di sostegno alla promozione del territorio (su scala metropolitana, provinciale, regionale), alla cooperazione tra pubblico e privato in operazioni di interesse collettivo e alla intermediazione telematica di beni e servizi dei sistemi produttivi locali. Si tratta di un approccio originale all´innovazione organizzativa e di processo all´interno di questi sistemi, che si differenzia dall´approccio usuale, rivolto all´innovazione della singola organizzazione, impresa o pubblica amministrazione, per affrontare direttamente la dimensione di rete o di sistema cooperativo integrato.

Questo approccio originale è oggi consentito non solo dalle capacitàd ella tecnologia, ma anche dal maggior grado di identità raggiunto da queste reti attraverso forme svariate di associazione e consorziamento che fanno emergere anche gli interlocutori e gli attori primari nello sviluppo dell´innovazione di sistema.

In particolare, l’obiettivo del prodotto consiste  nella messa a disposizione di strumenti info-telematici basati su Web a sostegno del marketing del sistema economico locale e per l’intermediazione di beni e servizi per conto dei sistemi produttivi che operano più specificatamente nel settore Turistico e Beni Culturali.

Si tratta in particolare di mettere a disposizione delle abilità per allestire e avviare servizi di sostegno alla promozione sul mercato della capacità produttiva dei sistemi economici territoriali, favorendo l’attrazione di iniziative economiche esogene, e l’integrazione in filiere produttive e sistemi economici extraterritoriali.

Più specificamente, il marketing del sistema locale integra l’offerta dei soggetti economici territoriali (offerta turistica e culturale) con l’offerta di servizi delle amministrazioni locali, promuovendo al riguardo le specifiche opportunità settoriali di sostegno allei niziative economiche promosse e gestite dal sistema pubblico o da soggetti misti pubblico-privato.

Le funzionalità della piattaforma convergono nella realizzazione di servizi di informazione e di intermediazione di business volti a favorire contatti con potenziali nuovi mercati/clienti e con potenziali nuovi fornitori di beni e servizi sui mercati nazionali ed esteri, specificamente attratti alla interazione telematica o direttaattraverso servizi di "scouting/esplorazione" richiesti dalle aziende del sistema produttivo locale (partnership, joint venture, sfruttamento delle opportunità di business su scala internazionale, e disseminazione di eventi specialistici per i comparti produttivi locali  di riferimento).

Inoltre,  sono realizzati servizi specifici di intermediazione dell’offerta dei soggetti pubblici e privati che svolgono un ruolo di promozione dello sviluppo economico locale (servizi di intermediazione tra differenti sistemi produttivi).

In estrema sintesi, il prodotto è stato realizzato per dare rispostat ecnologia ai seguenti fattori critici su cui risulta necessario intervenire al fine di sviluppare capacità competitive nelle amministrazioni territoriali in materia di sviluppo locale:


1. Costruire di capacità di sviluppo/pianificazione che non siano rivolte a sanare emergenze ma a costruire strategie di lungo periodo,come risposta alla necessità di disporre di un quadro conoscitivo aggiornato e completo dello stato socio-economico di un territorio anche a livello sovracomunale per poter qualificare le scelte concognizione di causa. Il fenomeno della crescita senza sviluppo, che si manifesta proprio in conseguenza di una mancata strategia integrata disviluppo di un territorio, impedisce l’attuazione di progetti di ampia prospettiva e coinvolge solo gruppi ristretti di beneficiari senzaprodurre indotto e reti di cooperazione.

2.  Risolvere le problematiche organizzative connesse con il nuovo ruolo delle amministrazioni locali di promozione dello sviluppo, sancito anche dal processo di decentramento in atto che ha trasferito ai comuni nuove competenze e funzioni, stante la difficoltà per gli amministratori comunali di avviare percorsi innovativi da causa dell’inadeguatezza dell’organizzazione interna della struttura comunale suddivisa rigidamente per settori mentre si è ravvisata la necessità di creare uffici e progetti trasversali finalizzati a sostenere e promuovere iniziative di sviluppo locale.

3. Migliorare le capacità di accesso a informazioni economiche, sociali, territoriali, sugli strumenti e sui finanziamenti a sostegnod ello sviluppo locale, sulle norme ecc; i Comuni chiedono inoltre assistenza per qualificare e potenziare il processo di concertazione attraverso nuove modalità di comunicazione e di condivisione di idee e progetti.

4.  Superare la mancanza di coordinamento e cooperazione tra i comuni afferenti ad uno stesso sistema locale. Particolarmente sentito è il problema della mobilità sociale che spesso i Comuni subiscono a danno di un proprio equilibrio sociale ed economico. La cooperazione tra Comuni ai fini della progettazione ambientale, infrastrutturale, di sviluppo industriale o commerciale, potrebbe pertanto creare equilibrinuovi e più positivi tra un territorio e l’altro.


Architettura della Piattaforma telematica


Il prodotto mette a disposizione degli utenti una piattaforma integratad i soluzioni e strumenti info-telematici, caratterizzata da un’architettura tecnologica fortemente orientata agli emergenti paradigmi ad “oggetti distribuiti”,  in grado di supportare i processi decisionali, operativi e di business telematico connessi alla marketing del territorio ed alla promozione e valorizzazione di beni e servizi del sistema locale del turismo e dei beni culturali.

Il sistema consente agli operatori economici e turistici, allea mministrazioni interessate alla promozione dei propri territori, alle associazioni socio-culturali, all´utente finale del sistema turismo, dic onoscere, valorizzare ed apprezzare  le capacità di offerta di risorse naturali, ricettive, culturali, artigianali, artistiche ed eno-gastronomiche del territorio di riferimento.

Da un punto di vista tecnologico, i servizi telematici sono offerti su un Portale Web specialistico volto ad incrementare la capacità di cooperazione interistituzionale tra i soggetti coinvolti nel sistema locale; mentre  dal punto di vista funzionale, il  supporto tecnologico trova in soggetti come le associazioni di categoria, le istituzioni locali preposte alla promozione del turismo (APT, Assessorato regionale al turismo), gli enti locali di primo livello (comuni ed associazioni di comuni) gli interlocutori privilegiati per condividere l´approccio alla promozione del territorio e, conseguentemente, alimentare e rendere operativa e fruibile la piattaforma.

La piattaforma è focalizzata su cinque aree di intervento che, nell’insieme, rappresentano i nodi  principali dove sono prese le decisioni operative per attuare l’insieme di azioni di marketing territoriale e valorizzazione dei beni e servizi turistici e culturali.




L’area della Promozione comprende sia le azioni e misure necessarie per creare e gestire al meglio il contatto con il potenziale acquirente, sia le attività di assistenza necessarie prima, durante e dopo l’acquisto di una determinata configurazione dell’offerta territoriale. Nell’ambito di quest’area sono, ad esempio, gestite le problematiche connesse a: organizzazione di occasioni di incontro con i potenziali investitori, fornitura delle informazioni specifiche progressivamente richieste dai target market, identificazione delle opzioni relative alla realizzazione operativa dell’investimento nel territorio,assistenza nella realizzazione degli adempimenti previsti dalle autorità locali, assistenza nelle fasi iniziali di avvio operativo del nuovo investimento, ecc.

L’area della Comunicazione  riguarda gli interventi volti a far conoscere al pubblico le opportunità offerte dal territorio, oltre chea svilupparne una determinata immagine e a rafforzarne il posizionamento competitivo nella percezione del mercato. Essa è articolata, sostanzialmente, nelle azioni di propaganda, nelle relazioni pubbliche, nelle forme di direct marketing, nella realizzazione di grandi eventi organizzati nel territorio. La natura e l´importanza delle decisioni prese in quest’area variano in maniera notevole in relazione a quale orientamento strategico generale viene seguito dal policy-maker (e tende ad essere maggiore nel caso si puntia lla realizzazione nel territorio di progetti innovatori).

L’area Cooperazione istituzionale  è costituita dalle misure volte a coordinare gli attori che controllano le diverse componenti dell’offerta territoriale, al fine di rendere attuabili le azioni previste dalla strategia di marketing territoriale e concretizzare la sua funzione di integrazione e fertilizzazione di quelle componenti. La complessità di quest’area dipende dalle caratteristiche dell’orientamento strategico generale che viene assunto, oltre che dall’articolazione istituzionale interna del territorio. In quest’area, infatti, possono essere presi in considerazione anche i problemi connessi alle modalità di acquisizione delle risorse finanziarie necessarie per realizzare le misure di rafforzamento dell’offerta territoriale (cooperazione tra amministrazione pubblica e operatori privati). Inoltre, in quest’area vengono identificati e attivati i diversi meccanismi di monitoraggio della gestione del marketing delterritorio, volti a verificare le performance ottenute e la loro coerenza con gli indirizzi strategici generali e con la visione chec aratterizza il territorio.

L’area della Valorizzazione Turistica consiste di un sistema per la valorizzazione di una destinazione turistica, noto nella letteratura scientifica con il termine di Destination Management, organizzato attraverso servizi di cooperazione ed aggregazione di comunità di utenti, servizi di gestione di processi di business a favore di operatori economici, servizi di tutela dei diritti dei turisti, servizi di monitoraggio della qualità dei servizi turistici offerti. Tale sistema consentirà di organizzare e migliorare la rete territoriale dei servizi di informazione ed accoglienza turistica e offrire, ai soggetti preposti alla promozione territoriale, gli strumenti info-telematici più idonei per fornire un’immagine unica, completa ed integrata delterritorio, delle sue risorse attrattive e delle produzioni tipiche locali.

Infine, l’area della Valorizzazione beni culturali consiste di un sistema di soluzioni e servizi telematici  in grado di sostenere la valorizzazione dei beni culturali, promuovendo in particolare la disponibilità, l´accessibilità e la usabilità a fini di valorizzazione delle informazioni primarie e delle informazioni a valore aggiunto sul patrimonio culturale. Esso si focalizza sulla dimensione territoriale, nel senso di esplorare in particolare le problematiche e le potenzialità insite nella valorizzazione unitaria del patrimonio culturale di un ben definito e culturalmente riconoscibile ambito territoriale nelle sue diverse componenti: archeologica,storico-documentale, artistica e ambientale.

Da un punto di vista architetturale il prodotto realizza un ambiente integrato di funzioni specializzate nel dominio del marketingt erritoriale (building blocks) e servizi on-line a supporto degli operatori turistico-culturali  basati sulla convergenza di modelli e tecnologie Internet e dei Web Services, attraverso cui supportare le differenti politiche e modelli di programmazione, promozione e valorizzazione dei sistemi locali attuati dai policy maker su differente scala geografica (regionale, provinciale, metropolitana).

La visione perseguita dal sistema realizzato è quella di sostenere le funzioni tipiche del marketing territoriale, creando un luogo favorevole alla valorizzazione della risorsa “conoscenza del territorio” e rendendo disponibili degli ambienti integrati e altamente flessibili (workbench) specializzati rispetto ai diversi processi (erelative fasi) di valorizzazione e qualificazione dell’offerta turistica e culturale che caratterizza il territorio pugliese.

Le funzionalità applicative della piattaforma sono orientate alle seguenti classi di utenza:

1. policy-makers che, godendo del potere decisionale, possono essere equiparati al top-management aziendale. A seconda del livello territoriale su cui operano si definiscono policy-makers locali, regionali, nazionali ed internazionali. Tra gli altri si individuano: sindaco; assessori alle attività economiche, assessori regionali (facendo riferimento a persone fisiche), istituzioni finanziarie, associazioni di categoria, parchi scientifici, enti di ricerca, governocentrale, ambasciate, e qualunque altra organizzazione istituzionale in grado di esercitare impatti positivi sul territorio. I policy-makers da un lato individuano i targets da attrarre e provvedono alla loro diretta ed indiretta soddisfazione, e dall´altro pianificano e gestiscono il territorio per conto degli stakeholders rilevanti;

2. stakeholders, che possono anche essere definiti portatori d´interessi territoriali rilevanti, e che sono rappresentati dai soggetti appartenenti alla categoria dei target-markets (imprese,residenti, ma anche banche, istituzioni finanziarie in genere,università, ecc.). Essi presentano delle peculiarità diverse (interessati cioè al "mantenimento" dei soggetti già localizzati sulterritorio) e rivestono un ruolo attivo nel processo di pianificaziones trategica territoriale, in quanto, avendo superato la fase di "soggetti potenziali", godono di un effettivo potere di contrattazione, nel caso in cui si tratti di imprese o di lavoratori, nonché di unpotere elettivo, se ci si riferisce ai cittadini;

3. target-markets, rappresentati da coloro i quali utilizzano i prodotti di un´area e da quei soggetti nei cui confronti le azioni di marketing territoriale sono rivolte. Si tratta di: operatori economici, investitori, venture capitalist, istituti finanziari,ecc. Nello specifico, per il settore del turismo essi sono rappresentati da:

- fornitori primari di prodotti/servizi, quali ad esempio operatori della ricettività, imprese manifatturiere di prodotti tipici locali, imprese dell´editoria specializzata, imprese dell´intrattenimento;
-  intermediari della domanda/offerta, quali tour operator ed agenzie turistiche;
-  promotori turistici, quali Aziende di Promozione Turistica, pro Loco;
- istituzioni pubbliche, con compiti di monitoraggio e programmazione di politiche di sviluppo del territorio;
-  i consumatori finali, del prodotto turismo.


Dal punto di vista più strettamente funzionale, lo schema descritto nella figura precedente evidenzia i macro componenti oggetto di realizzazione (sottosistemi) ed il sistema di relazioni interne/esterne attraverso cui realizzare le capacità di gestione dinamica e flessibile delle risorse informative e conoscitive nel dominio del marketing territoriale.

Il sottosistema  di supporto alla promozione e comunicazione dell’offerta territoriale integra strumenti info-telematici di supportoalle attività di comunicazione e promozione del territorio attuate dagli operatori istituzionali e dai sistemi produttivi locali. Esso fornisce un insieme di metodi e strumenti di ausilio alla integrazione delle diverse componenti informative e di conoscenza (derivate dagli altri sottosistemi) in un modello coerente e dinamico di presentazione e marketing dell’offerta territoriale in funzione sia delle politiche di sviluppo locale che del sistema della domanda interessata al territorio. L’insieme dei metodi e strumenti messi a punto sono resi disponibili in particolare alle figure professionali dell’amministrazione pubblica che, da un punto di vista operativo, hanno la responsabilità di tradurre la politica di comunicazione ep romozione in azioni efficaci di:


-  comunicazione verso soggetti esterni  al territorio, con l’obiettivo di sviluppare l’attenzione nei confronti delle potenzialità del territorio, evidenziarne il posizionamento competitivo, offrire informazioni sui progetti di sviluppo del territorio, favorire la ricerca e lo sviluppo di relazioni con soggetti locali;
-  comunicazione verso soggetti  interni al territorio, con l’obiettivo di stimolare la partecipazione alle politiche di sviluppo locale, esplicitare modelli di conciliazione e raccordo di interessi divergenti, rafforzare il senso di appartenenza al territorio, offrire informazioni sulle iniziative per il miglioramento dell’offerta territoriale. L’approccio innovativo del prodotto deriva dalla definizione di un modello di comunicazione/promozione in grado di: a)  fornire una visione integrata delle diverse variabili che caratterizzano le migliori performance di rappresentazione del territorio;

b)  mettere in relazione tali variabili con le caratteristiche specifiche del prodotto territorio oggetto di promozione verso gli attori coinvolti ai diversi livelli nello sviluppo locale;

c)  segmentare gli obiettivi operativi della politica di comunicazionee promozione rispetto alle diverse categorie di destinatari (utenti interni, utenti esterni del territorio).

Per quanto riguarda le modalità di interazione, il sistema integra, in un modello avanzato di interazione ricca e coinvolgente, le tecnologie di delivery di contenuti e di comunicazione divenute di pratica utilità con la progressiva introduzione della larga banda, con particolare riferimento alle tecnologie di web casting, di delivery di tipocross-mediale (ovvero basato sul concorso di media differenti) e di interazione vocale e in linguaggio naturale.

 


Copyright © 2009. All rights reserved. Designed by SINCON srl
Accessibilità - Note Legali - Cookies Policy
FAX:0997796576 - TEL:0997798711 - EMAIL: info@sincon.it - Sede: Via Venezia Giulia 70, 74100 Taranto scarica assistenza